Diabete e alimentazione

diabete e alimentazione

E’ una patologia che nella grande maggioranza dei casi non l’abbiamo dalla nascita; lo diventa molto spesso con errori a tavola. Tuttavia anche se qualcuno avesse il diabete di tipo 1, anche se fosse ereditario, lo può combattere con l’alimentazione e vivere pressochè come se non lo avesse. (non viene curato ma lo puoi gestire).

diabete e alimentazione

Scegli piatti equilibrati

Importante tenere la glicemia controllata. Tutti gli alimenti contengono un certo quantitativo di carboidrati e tutti vengono assimilati dal nostro corpo sottoforma di glucosio.

Frutta, verdura, legumi, cereali, pasta, riso, pizza, alcool, dolci, bevande.

Il nostro organismo non accumula grosse quantità di zuccheri quindi entrano in circolo subito causando disordini che arrivati al cervello, lo stesso ordina l’immissione di insulina per regolare la glicemia.

Questo processo non si arresta fino a quando il glucosio viene abbattuto a zero; a questo punto sei in carenza di zuccheri e ti vien voglia di carboidrati! Diventa un circolo vizioso.

Resistendo a questo desiderio provocato, il nostro corpo “magico” cerca zuccheri, quindi produce cortisolo (zucchero), innestando di nuovo il processo: glicemia alta, insulina.

Diventa quindi importante assumere per ogni pasto (merende comprese e soprattutto determinante è la colazione) circa il 40% di calorie dai carboidrati, 30% dalle proteine e 30% da grassi.

vedi il video sulla glicemia https://nutriclub24.it/index.php/2021/10/12/nutrizione-e-glicemia-prevenzione-ed-energia/

Non abbiamo quantità illimitata di insulina, se usata troppo volte al giorno, alla settimana, all’anno, può finire e ad esempio creare problemi di diabete.

Indice glicemico e carico glicemico.

Cerca di mangiare cibi a basso indice glicemico; cioè la velocità in cui il carboidrato viene trasformato in glucosio. Guarda questa tabella sotto: Pane e zucchero sono valore 100 il più alto, fagioli ad esempio basso indice glicemico.

scegli cibi con valori bassi di IG

Il carico glicemico invece, è la quantità di zuccheri per alimento. Ad esempio per avere 100 gr. di zucchero dalla bustina del bar, bastano 100 gr. di zucchero. Per avere lo stesso quantitativo di carboidrati dalla carota (che ha indice glicemico alto) ne servono circa 400 gr. apportando anche fibre, vitamine e sali minerali.

Mangia poco ma spesso

Quando mangiamo quindi, si alza la glicemia e controllando l’equilibrio ed il carboidrato ingerito possiamo comunque gestirla.

Quando passa troppo tempo tra un pasto e l’altro, non avendo grossi serbatoi di glucosio andiamo in carenza. Come quando ne mangiamo troppi, allo stesso modo produciamo cortisolo e di nuovo inneschiamo il processo: glicemia insulina.

Non far passare più di tre ore tra un pasto e l’altro!

Mangia 25 gr. di fibre al giorno.

Le fibre aiutano a regolare il rilascio e l’assorbimento di zuccheri. Dovremmo mangiarne circa 25 gr. al giorno

Omaggio

Chiedi il tuo test Heber omaggio per avere il quadro del tuo stato nutrizionale, avere consigli grazie al quale è più facile tenere sotto controllo anche il diabete.

Chiedi il video della colazione equilibrata per avere le giuste info che ti aiutano a partire al top.

Seguimi anche su http://facebook.com/marcolongonc24.it

video dell’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *