Il cuore

cuore e colesterolo

La principale causa di morti non solo in Italia ma al mondo, è legata ai problemi cardiovascolari.

Alcuni noti problemi come il tabagismo e la sedentarietà possono facilitare l’ìnsorgere di problemi al cuore. Quello che quasi la totalità delle persone ignora è l’importanza delle carenze alimentari e come prevenire con la nutrizione.

Vene arterie capillari

Il nostro corpo è composto da cento mila km tra vene arterie e vasi capillari, come percorrere in lunghezza per cento volte l’Italia. Un buono stato di salute e di cuore permette di avere queste tubature belle elastiche. Un cattivo stile di vita e cattiva alimentazione al contrario irrigidisce ottura i tubicini ed al primo innalzamento di pressione può succedere danni più o meno gravi fino a portare alla morte.

in Italia si registrano circa 240 mila decessi per problemi al cuore ogni anno, 1 ogni 2 minuti. Ed ad ogni decesso corrispondono, 4 che hanno avuto un infarto (più o meno gravi a volti con danni permanenti).

Monossido di azoto (NO)

Più comunemente chiamato ossido nitrico, è una scoperta del 1998 che è valsa il nobel a Robert Furchgott, Ferid Murad e Louis J. Ignarro. Questi ricercatori si sono accorti che il nostro corpo produce una sostanza chiamata poi appunto ossido nitrico che permette una dilatazione dei vasi sanguigni permettendo una migliore circolazione del sangue.

NO lo produciamo fin da piccoli, tuttavia con l’avanzare dell’età, soprattutto di sera e soprattutto negli uomini, questo ossido nitrico viene prodotto di meno e le vene si irrigidiscono.

Come possiamo mantenere un buon stato di salute del cuore?

Studi hanno dimostrato che:

Colesterolo

Il colesterolo è un lipide che ha diverse funzioni nel nostro corpo.

E’ un componente fondamentale delle membrane delle nostre cellule, è utilizzato per la sintesi di altri nutrienti come vitamina D, precursore della vitamina B che da energia, di ormoni sia maschili che femminili etcc.. vedi articolo qui https://nutriclub24.it/index.php/2021/11/26/colesterolo-nutrizione-alimenti/

Scientificamente dimostrato, il beta-glucano d’avena riduce il colesterolo cattivo (HDL più denso che fatica ad uscire dai tubicini) Riducendo per oltre il 70% le malattie del cuore

Chiedi una consulenza gratuita compilando il form qui sotto, sarai contattato al più presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.